Storia del logo di Strie

Strie nasce nel 2007 come sito web strie.it (ora micaelabalice.com).

Nasce anche come progetto culturale in collaborazione con www.ilcalderonemagico.it e con la sua creatrice Maria Giusi Ricotti, legato al sacro femminino e al legame con la terra e la natura.

Con Maria Giusi abbiamo lavorato insieme in vari ambiti: oltre i siti vi era la community che in quegli anni viveva sulle piattaforme legate alle mailing list. La nostra era su yahoo e includeva quasi 400 donne prevalentemente italiane che si confrontavano su temi del sacro femminile.

Insieme a Chicca Morone realizzammo inoltre un terzo sito web, nuovelune.it, dove inserimmo parte del lavoro svolto in termini di lunario e recuperando tra tradizioni e folklore lunazioni e tredicesima luna. Il lavoro era enorme ma ogni mese lunare (28 giorni, da novilunio a novilunio) consegnavamo agli iscritti un calendario specifico che includeva non solo le fasi ma anche le celebrazioni tipiche di varie culture indo-europee.

La nostra creativa collaborazione continuò in senso artistico con i Tarocchi del Calderone Magico: Giusi tra le altre cose era grafico e desiderava realizzare un mazzo di Arcani che pur mantenendo la simbologia tradizionale facesse da specchio in particolare al mondo femminile.

A me chiese di scriverne le poesie. Nacque così non solo un mazzo di carte ma anche un libro in cui la splendida grafica di Giusi si mescolava alle preziose descrizioni di Nelli Morini e ai miei contributi poetici.

Nel dicembre 2018 Giusi ci lascia, per un male improvviso. Come un soffio di vento tutto quello che davamo per scontato sulla sua presenza, sulle cose pensate e non ancora realizzate svanisce senza possibilità di replica.

Il lutto è sempre un qualcosa che si elabora col tempo e mentre moriva anche il sito strie.it, che per struttura diventava difficile da gestire e poco comunicativo rispetto al pubblico contemporaneo, sotto la terra fertile riprendeva forma la storia del lavoro svolto e la sua preziosità.

Da qui la decisione di riformare la comunicazione per quanto riguarda Strie e di portarlo su una piattaforma più agevole e che consentisse maggiore comunicazione con i lettori, come questa su WordPress. Col temmpo verranno infatti importati tutti i contenuti del passato più i nuovi articoli.

Il lavoro di Giusi è invece ancora tutto disponibile su Il Calderone Magico.it

il logo di Strie

Ma io vi ho adescato qui con la scusa del logo di Strie e devo darvi del contenuto in merito: sia il logo sia tutta la grafica del vecchio sito strie.it nasce dalla creatività di Giusi.

A lei consegnai il mio schizzo a matita: il serpente a forma di S con le foglioline. Lei creò la palette di colori, rese tridimensionale il disegno, gli diede movimento nell’animazione gif.

Il serpente è mio animale totem ed è uno dei simboli più antichi rappresentati dall’uomo: la sua capacità di cambiare pelle lo lega alla capacità di rinnovamento. Il suo veleno è anche farmaco e antidoto tanto che è simbolo della farmacopea. Rimanda alla conoscenza arcaica così come ricorda la Bibbia. Vive sotto la terra così come sopra e quindi appartiene al regno dei morti così come a quello dei vivi.

Le foglioline rimandano al mondo vegetale, alla rinascita e crescita, alla fecondità della terra che è la nostra madre e nutrice.

Insieme rappresentano un mix tra tradizione e rinascita continua e l’aspetto magico della vita che vede oltre il contingente.

Per esigenze di grafica e di comunicazione ho scelto di non riportare tutto il lavoro da lei svolto sul mio sito ma se vedete una gif in movimento o uno sfondo a erbe dai colori tenui sfocati ecco, era strie.it ed è il lavoro di Giusi.

Un ultimo ricordo di lei lo lascio per chi l’ha conosciuta e per chi invece non ha avuto il piacere, con questo suo pezzo buttato lì nella chat della mailing list in risoposta a chi diceva che lì non si veniva giudicate, che nessuno pensava che alle altre “mancassero dei venerdì”

Ecco chi era Maria Giusi Ricotti.

Naaaaaaa… non sono d’accordo:

Ho perso un venerdì la prima volta che mi sono guardata per davvero allo specchio.
Ho perso un venerdì ogni giorno che ho ringraziato il cielo per essere felice.
Ho perso un venerdì ogni giorno che ho ringraziato il mondo per essere diversa.
Ho perso un venerdì quando mi sono sposata e lo cerco ancora ogni mattina, nel suo asciugamano, nel suo cuscino… da qualche parte deve ben averlo nascosto: è da un lustro che lo cerco perché so di averlo avuto, quello.
Ho perso parecchi venerdì quando sono nati i miei figli e ne perdo ancora almeno uno ogni volta che li guardo.
Ho perso un venerdì quando mi sono messa a scrivere la prima volta, e uno, piccolo però, quando l’ho fatto su una mailing list.
Ho perso un venerdì e mezzo la prima volta che ho fatto un rito e non sapevo se crederci o ridere.
Ho perso un venerdì ogni rito successivo.
Ho perso un venerdì ogni volta che ho abbracciato una sorella.
Ho perso un venerdì quando ho creduto in una persona sbagliata e una confezione intera formato famiglia di venerdì, ogni volta che ci scommetto sopra e provo a credere in una persona nuova.
Ho perso un venerdì (che si è portato dietro un lembo di giovedì e di sabato) quando ho fondato il Calderone.
Ho perso un venerdì ogni momento che ci ho investito, pensando che sia importante, anche se “non rende nulla”.
Ho perso un venerdì ogni mattina che mi son svegliata e ho ringraziato per la vita.
Ne ho persi altri ogni volta che ho fatto una pazzia, avviato una nuova impresa, rinunciato a qualcosa di solido…
Ho perso un venerdì ogni volta che ho sentito la Dea.
Praticamente me ne lascio scappare uno ad ogni passo.

Quindi quando inciampate… sapete cosa c’è per terra: il mio
groviglio di venerdì di cui so perfettamente fare a meno.

Giusi

Buone lune.

Micaela

Se ti fa piacere puoi lasciare il tuo commento in fondo al post.


commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...