3 – La Luna del Miele

Approfondimento: Agri lunario del Miele

Luna del Miele

La Luna del Miele è la terza luna dell’anno lunare, inizia generalmente nel mese di maggio e si estende anche lungo il mese di giugno. Questa luna può comprendere al suo interno il Sabba di Litha o – nella cultura contadina italiana – il corrispondente San Giovanni, il solstizio d’estate.

La Luna del Miele rappresenta dunque la luna della dolcezza delle unioni sacre consumate a Beltane o Calendimaggio festeggiate agli inizi del mese.

La fecondità della Terra stimolata dall’abbraccio passionale del Sole comincia a dare frutto. I fiori si esaltano nella loro bellezza per attirare insetti fino a disfarsi, gonfiarsi in capsule cariche di nuovi semi, di nuova vita. Alcune di queste capsule – ricche di polpa – saranno di nutrimento a molte specie animali tra cui quella umana.

È anche una delle ultime lune cariche di luce, perchè porta al solstizio estivo: le giornate si allungano sempre di più rendendo piacevole la vita all’aperto ed il contatto con la natura e regalando delle notti da vivere fino a tardi .

Altri nomi di questa lunazione:

Luna della Fragola o Luna Fragola, Luna del Fiore o dei Fiori, Luna Rosa o Luna delle Rose, Luna dei Cavalli, Luna del Sole, Aerra Litha (prima di Litha) o Luna di Litha, Luna del prato, Luna delle Bacche mature, Luna del loto, Luna ventosa, Luna del Bufalo, Luna della tartaruga, Fare Luna grassa, Luna del tempo caldo, Luna dell’Anguria, Luna verde dei Cereali, Luna di Mead, Luna del Fieno.

Clima lunare

Il Novilunio della Luna del Miele avviene generalmente in Gemelli indicando clima volubile, come questo segno, e arieggiato. Ma potrebbe anche compiersi in Toro segno di terra che stabilizza un clima in genere ancora “ballerino”.

Il Primo Quarto della lunazione avviene in genere in Vergine, altro segno di terra, che favorisce i lavori nell’orto e tende a stabilizzare il clima. Raramente accade in Leone favorendo l’arrivo dell’estate e la maturazione dei frutti.

Il Plenilunio del Miele accade in Sagittario: clima caldo ma variabile ed instabile.

L’Ultimo Quarto si compie generalmente in Pesci, segno di acqua che favorisce lo sviluppo dei vegetali a foglia anche se a volte può portare pioggia e temporali. Raramente potrebbe accadere in Ariete che col suo fuoco introduce l’estate.

Moon meditation

Il novilunio del miele è legato alle unioni e alla dolcezza della vita. Rimanda all’abbondanza che sta esplodendo in tutta la natura.

Se avviene in Gemelli la meditazione può essere dedicata alle unioni estemporanee, alle amicizie, alla creatività ecclettica che unisce diverse tendenze. Può avere miele da condividere ed essere organizzata con le persone che ci stanno vicino.

Se invece avviene in Toro possiamo sempre concentrarci sulla creatività ma nel suo aspetto più materico: la meditazione può essere più attiva e potrebbe includere la realizzazione di disegni o moodboard. Oppure possiamo celebrare il piacere della vita e la famiglia con cui lo condividiamo.

Il plenilunio del miele avviene sotto il segno del Sagittario: una luna piena che, se non è troppo vicina al passaggio in Scorpione (portatore di pioggia o umidità), è ottima per la raccolta delle erbe medicinali da benedire nella notte di San Giovanni.

È anche un plenilunio da dedicare ai viaggi mentali, alle meditazioni che portano lontano alla ricerca di nuove visioni.

Life is magic

© 2007 – 2020 Micaela Balìce
Qualsiasi riproduzione, senza esplicito consenso dell’autrice è vietata.

Se ti fa piacere puoi lasciare il tuo commento in fondo al post.

NB: il lunario di Strie è stato creato sul nord Italia – Piemonte facendo riferimento ai transiti della Luna nei segni in senso astrologico e non astronomico.

Approfondimenti: Agri lunario del Miele – Fasi Lunari – Luna negli elementi – Luna nei segni zodiacali – Luna del Miele de Il Calderone Magico

Riferimenti bibliografici
M. BALICE, “Il calendario rituale contadino”, tesi di laurea
J. BONNET, “La terra delle donne e le sue magie”, Red Ed., Como, 1991
G. VINCENZI, Calendario Lunare, La Casa Verde Edizioni, Anno II n. 2, febbraio 1986
D. SCOTT, I giardini incantati, Venexia, 2006
J. PAUNGGER – T. POPPE, Servirsi della luna, Tea Pratica, Milano, 1994
L. POMINI, “Erboristeria Italiana”, Vitalità Ed., Torino, 2000
AA. VV. – “L’Orto – autosufficienza in casa”, Mulino Don Chisciotte, 2006
J. SEYMOUR – “Per una vita migliore ovvero il libro dell’autosufficienza”, Mondadori Ed., Milano, 1976

Immagini
Illustrazione di intestazione: free images pxhere.com
Le altre immagini dal web, no credits disponibili.

commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...