Siete mai stati colti dal fuoco di Beltane? La poesia

La notte tra il 30 aprile ed il 1 maggio nelle tradizioni popolari e contadine europee (incluse quelle della nostra penisola) era comune celebrare la fecondità della terra oramai risvegliata con i riti di Calendimaggio (Beltane nella tradizione celtica).

Il fuoco del desiderio che coglie gli animali in questo periodo dell’anno, così come la relazione sensuale tra insetti impollinatori e fiori sfacciatamente sbocciati, veniva celebrato nelle notti come queste, aprendo alla natura e all’istinto al di là delle regole e convenzioni sociali. Una trasgressione che serviva a rispristinare poi l’ordine ma sopratutto a benedire la Natura affinchè ci nutrisse tutti.

A questo Fuoco è dedicata la mia poesia.

da “I giardini di Inanna”

FUOCO DI BELTANE

Per te brucio
nel Fuoco di Beltàne
calda pira di passione:
dolce mio centro
ed ogni mia direzione.

Sei il mio cammino
destino
d’amore terreno,
di carne e sapore,
di fuoco e dolore.

Sei il fauno
caprino
il caldo Marte irruente, irriverente,
che accende, feroce, il mio ventre
nudo, sol per te inerme.

Sei il seme – oh dio!
ed io l’idea – oh dea!
Il fuoco di Beltàne
d’amore la fame,
l’abbraccio eterno,

il mio caldo inferno,
il divieto di un misogino dio
il casto peccato mio.

Sei il campo divino
il mio destino.

Sei il quarto mancante
per completare il quadrante
per trovarmi,
sentirmi
amarmi.

Tra le tue mani impazienti
i miei confini ardenti
palpabili, respirabili,
percepibili, sensibili,
fiato su fiato
su fiato su fiato su fiato…

fino all’intima
ultima
unica possente
penetrazione imminente
di te stesso in me stessa
di me stessa in te stesso
eterna, eterni
come dio – mio
come dea – tua.

Sei la mia brace che cova,
l’alcova
nel prato non arato
non toccato da mano impura
coi corpi tra la terra scura
e l’erba serena
l’unione divina

respira
Natura.

Sei il mio fuoco divino
il mio destino
figlio amante
dentro il mio ventre bruciante:
libero amore
sei.

Poesie di Micaela Balìce, pubblicate in I giardini di Inanna, Akkuaria, 2011.
Qualsiasi riproduzione, senza esplicito consenso dell’autrice, è vietata.

Libro fuori catalogo, non ordinabile. Ho ancora qualche copia disponibile. Se sei interessat* ad una copia del libro, contattami. Copertina Maria Giusi Ricotti.

Recensione di Michela Zanarella su Clicknews, e recensione su Anobii.

Le mie poesie online.

Tutti i miei libri.

Micaela Balìce
Pedagogista con indirizzo Sociologico, Holistic Coach.
Formazione, supervisione, life coaching, orientamento lavoro, social media management e consulenze per enti e privati.
Studiosa di miti e linguaggio dei simboli.


commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...